“Pico” for beginners

Si respira aria nuova a Milano.

Aria fresca, leggermente frizzante e con qualche nota di agrumi… Non è la primavera, ma il profumo delle birre artigianali PicoBrew.

PicoBrew nasce dalla collaborazione tra Pietro, Milo e Jacopo, tre giovanissimi amici – tutti under 25 –  che si sono messi all’opera e dopo non pochi sforzi, nel 2015, hanno dato vita al nuovo marchio di birre lombardo.

Ma come fanno tre ragazzi ad avviare un’attività del genere?

Prima di tutto ci vuole tanta passione e quella di sicuro non manca, soprattutto a Pietro, il birraio del trio . Grazie a un kit per la produzione di birra in casa regalatogli dai genitori, in quarta liceo il ‘Fratm’ – ebbene sì, viene chiamato proprio così – scopre il mondo della homebrewing. Ne rimane affascinato a tal punto da proseguire gli studi universitari nel settore, portandosi a casa una laurea in Scienze e Tecnologie alimentari con tanto di tirocinio presso il Birrificio Italiano.

Il passaggio successivo alla produzione casalinga avviene quando il nostro Pietro incontra Silvio, un amico di famiglia che lavora presso l’azienda agricola Cascina Scanna. Accomunati dalla stessa passione, Silvio mette a disposizione di Pietro il piccolo impianto di produzione di birra dell’azienda e così nascono le prime birre PicoBrew, le cosiddette “Cotta”.

pico vecchia foto cotte 1-6

Al momento il marchio è solo un nome, ma la storia non finisce qui.

Supportato dagli amici Milo e Jacopo, i tre fondano una società vera e propria e iniziano a lavorare come beerfirm: azienda priva di impianti e che si appoggia a birrifici terzi per la produzione.

Grazie alla brillante idea di Milo nasce inoltre PicoBrew – il Pub Itinerantela prima ‘cargo bike’ a portare birre artigianali, buon cibo e tanta allegria nelle strade di Milano.

Se siete curiosi di conoscerli, date un’occhiata alla loro pagina Facebook: saprete con esattezza dove incontrarli e scoprirete anche i vari eventi firmati Pico.

Insomma, tre fanciulli belli e in gamba, un nuovo marchio e tante buone birre… come poter resistere?

Avendo un debole per tutti questi elementi, io non ce l’ho fatta… Ed è per questo che ho deciso di trasformare un piccolo progetto universitario in un sito vero e proprio. Anzi, nel sito vero e proprio di PicoBrew. 

Federica M. Carenini, studentessa e beerlover

Twitter: @federicamarie

Milano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...